Raccomandato 2019

Scelta Del Redattore

L'errore sbiancamento dei denti che scurisce i tuoi bianchi perlati
Preparati: gli amanti di Harajuku stanno per colpire in grande
Stai per voler vedere Taraji P. Henson's Stunning New Braided Hairstyle

Il dibattito sul trucco: Trucco di celebrità e sfilata

Marco Ferri e Rosa Perrotta molto vicini;il fidanzato Pietro dice la sua (Luglio 2019).

Anonim

Martedì sera ho frequentato un corso di trucco (il mio primo!), Con la frequente collaboratrice Brigitte Reiss-Andersen, che oltre a truccarsi per la cover di gennaio 2011 con Leighton Meester, ha abbellito centinaia di celebrità (incluse venti attrici premio Oscar ) e ha lavorato con fotografi follemente famosi come Guy Bourdin, Hans Feurer e David Seidner. La classe, che era più di un discorso, si concentrava su un'interessante dicotomia nel makeup biz-glamour, cioè il trucco indossato da celebrità e attrici, contro il trucco di moda, che è il trucco che si vede sulle pagine delle riviste o che scende dal piste. Reiss-Andersen ha analizzato le origini di ciascuno e i paralleli tra questi inizi e come, in passato, i due sono stati visti come mutuamente esclusivi, ma ora stanno diventando intercambiabili. Per un nerd di bellezza come me, è stato affascinante, e ho pensato di farti conoscere alcuni dei migliori consigli di Reiss-Andersen.

Il trucco glamour si può far risalire all'era del film muto quando il trucco aveva bisogno di esaltare i lineamenti di un'attrice contro un'illuminazione da studio dura (e alquanto rozza). L'obiettivo era quello di far apparire le donne il più belle possibile, correggendo i difetti e migliorando le loro caratteristiche modellando occhi e guance. Oggi, l'obiettivo principale di un truccatore è ancora quello di rendere i propri clienti il ​​più sfarzosi possibile; sono davvero solo il trucco e la tecnologia che sono cambiati. Quando le telecamere si sono fatte più nitide e le luci più chiare, le aziende cosmetiche avevano bisogno di creare prodotti trasparenti, dall'aspetto più naturale, che nascondevano ancora i difetti, e gli artisti del trucco dovevano imparare a usare una mano più leggera e ad alterare le loro tecniche. Con il trucco glamour, la caratteristica più importante è la pelle che fa apparire la pelle smagliante e carina, ma non come una maschera. Il trucco di Reiss-Andersen per questo è "strato, livello, strato", ha detto. "Mantieni la trasparenza applicando solo le fondamenta in cui ne hai bisogno, ma poi costruiscilo nei luoghi in cui ne hai bisogno." Un altro modo per mantenere le cose chiare? "Applico la matita per le labbra dopo il rossetto perché ti permette di usare la quantità perfetta."

Il trucco alla moda è un'invenzione successiva, un'eredità degli anni '60 e '70 sperimentali. I fotografi, i designer e gli editori che lavoravano all'epoca (Yves Saint Laurent e Helmut Newton, per esempio) hanno sperimentato idee di bellezza giocando con il trucco, inventando look selvaggi, colorati e complicati. Le riviste iniziarono ad assumere truccatori delle aziende cosmetiche per aiutarli a sognare e creare l'aspetto esotico delle loro pagine. E mentre il trucco glamour è rimasto praticamente costante nel tempo, il trucco di moda cambia continuamente e non può mai essere descritto come un certo aspetto. "Fashion-y non significa pazzesco, è alla moda, che non è la stessa cosa", ha detto Reiss-Andersen.

Naturalmente, il confine tra il trucco alla moda e il trucco glamour è confuso dal momento che più celebrità sono disposte a giocare con il loro trucco - e non solo i produttori di statement come Lady Gaga, Kesha e Nicki Minaj, ma attrici come Rachel McAdams che sfoggia eyeliner giallo l'anno scorso, o Emma Stone che ama i brillanti colori delle labbra, o Emma Watson che prova audaci ombre metalliche. Il mio take-away: il trucco dovrebbe essere divertente, se vuoi apparire impeccabile e bello o se vuoi giocare e creare un look più audace e audace. Ad ogni modo, è bello sapere che hai delle opzioni e, con i prodotti giusti, puoi guardare come vuoi in pochi minuti.

Top